Pubblicato  3 mesi fa
SHARE ON

L'importanza del lavoro cardiovascolare in ogni allenamento

Perché integrare un workout cardiovascolare nel tuo programma di allenamento?

A SportTown crediamo che l'allenamento debba comprendere attività cardiovascolari e muscolari, sviluppare forza e resistenza, determinare un impegno aerobico e anaerobico proposti in un mix equilibrato.

In ogni nostro workout uno degli elementi indispensabili è quindi l'allenamento cardiovascolare. Curare questo aspetto è fondamentale sia per chi si sta approcciando per la prima volta al mondo fitness che per gli atleti professionisti, qualunque sia la disciplina.

Vediamo insieme a cosa ci riferiamo quando parliamo di allenamento cardiovascolare e quali sono i suoi benefici per corpo e mente.


Allenamento cardiovascolare: cos'è?

Allenamento cardiovascolare: se hai frequentato una palestra o sei solito leggere articoli dedicati al fitness, probabilmente hai sentito questo termine già più volte, ma cosa si intende per cardio workout?

Iniziamo col dire che l'allenamento cardiovascolare spesso viene comunemente identificato con il lavoro aerobico. Vero è che l'allenamento aerobico rappresenta il più classico dei workout cardiovascolari ma è non certo l'unico. L'allenamento cardiovascolare può anche essere di tipo anaerobico (lattacido o alattacido) oppure un lavoro combinato.

In particolare l'allenamento aerobico è un tipo di allenamento caratterizzato da una nulla o scarsa produzione di acido lattico e che non determina particolari picchi di frequenza cardiaca. Un'altra caratteristica degli esercizi aerobici è che si svolgono ad un'intensità costante e tale da permettere di protrarre lo sforzo a lungo; nel lavoro aerobico il grado di fatica dev'essere costante e mai eccessivo. L'attività aerobica richiede quindi uno sforzo moderato o medio da portare avanti per un periodo prolungato (almeno 30 minuti). In questo tipo di lavoro il substrato energetico (cioè il carburante utilizzato) è rappresentato quasi esclusivamenti dai lipidi cioè dai grassi e dai carboidrati cioè dagli zuccheri. Questa ossidazione, a causa dell'intensità di lavoro moderato, avviene sempre utilizzando l'ossigeno presente all'interno dei mitocondri (cioè delle centrali energetiche delle cellule) e proprio per questo motivo viene detto aerobico.

Possiamo dire che il lavoro aerobico è tipico degli sport di durata: il battito cardiaco sale fino ad un certo punto, poi si stabilizza e da lì rimane regolare. Per intenderci, il running ad intensità moderata, il nuoto su lunghe distanze, la bici da strada o sedute di indoor cycling a intensità costante sono esempi di workout aerobici.

I benefici di un workout aerobico

I benefici di un allenamento aerobico sono davvero numerosi e ne possono godere tanto gli atleti professionisti quanto chi si sta approcciando per la prima volta al mondo del fitness.

Il principale beneficio di un allenamento aerobico coinvolge il cuore e i polmoni. Si determina un miglioramento dell'efficienza dell'apparato cardiocircolatorio e si ottiene una migliore ossigenazione dei tessuti atttraverso l'ottimizzazione dell'utilizzo dei capillari sanguigni (capillarizzazione), incrementando così l'afflusso di sangue alle cellule.

Altri benefici meno ovvi sono il miglioramento delle difese immunitarie dalle infiammazioni e l'abbassamento dei livelli di trigliceridi e colesterolo; il lavoro aerobico è utile anche per prevenire il rischio di diabete.

E poi uno dei benefici del workout aerobico, che è sicuramente tra i più conosciuti è il dimagrimento! Quello intelligente però, in cui viene ridotta la massa grassa potenziando quella magra; quello che rende il corpo sì più magro, ma di una magrezza tonica e salutare.

Ma i benefici non si fermano al fisico: l'attività aerobica fa bene alla mente riducendo lo stress, favorendo il sonno ed aumentando l'autostima e il buonumore.



Prenota
 una visita al Club

Contattaci