Pubblicato  4 mesi fa
SHARE ON

Yulia Serghevna ci parla di sé e della sua più grande passione: il Kettlebell

Aldo Mazzucco, Personal e Group Trainer con oltre trent'anni di esperienza e imprenditore sportivo, ci aiuta a conoscere meglio gli Istruttori di Sport Town.
Chi già frequenta Sport Town lo sa, per noi il più grande valore è quello umano; sono i nostri trainers, con la loro preparazione e la loro capacità di comunicare con le persone per capire le loro necessità, a rendere il nostro Club unico nel suo genere.
Per illustrare meglio la nostra filosofia, abbiamo deciso di lasciar parlare direttamente chi ogni giorno è in sala a mettere la propria passione a servizio di chi desidera stare meglio attraverso il movimento.
La prima intervista che vi presentiamo è stata fatta a Yulia Serghevna, la nostra trainer e pluricampionessa italiana di Kettlebell.

Aldo: Yulia, parlaci di te, del tuo passato sportivo e del tuo percorso formativo

Yulia: Lo sport mi accompagna sin da quando ero bambina e in passato ho sperimentato diverse discipline prima di trovare la mia dimensione; niente di ciò che ho provato mi ha fatto sentire bene come l'allenamento con il Kettlebell. Sono rimasta subito colpita nel vedere quanto si asciugasse il mio fisico e quanto fosse allo stesso tempo divertente l'allenamento. Così ho deciso di approfondire la mia conoscenza di questo attrezzo e delle sue potenzialità.
Oggi sono un'atleta professionista e personal trainer specializzata in Kettlebell; faccio parte del Team Nazionale Italiano e sono fiera di rappresentare l'Italia nel mondo.
Per quanto riguarda l'insegnamento del Kettlebell, sono uno dei sei trainer certificati in Italia e sono Master Trainer di III livello, dunque non mi dedico soltanto all'insegnamento diretto ma formo anche i trainer; godo in prima persona dei benefici del Kettlebell e voglio promuovere questo tipo di workout con la giusta formazione tecnica.

Aldo: Recentemente hai raggiunto un ottimo piazzamento ai mondiali di Kettlebell, chi meglio di te puó spiegare le origini e le peculiarità di questo tipo di allenamento?

Yulia: Sì, sono arrivata seconda in biathlon ai campionati mondiali e posso dirmi davvero appagata, una bella soddifazione per un'atleta! Ad ogni modo, il Kettlebell è un attrezzo antico, un modo di allenarsi che affonda le sue radici nell'Antica Grecia. Sostanzialmente si tratta di una sfera di ghisa dotata di manico, con un peso che varia dai 4 ai 90 kg.
Il Kettlebell può essere usato singolarmente o come accompagnamento ad ogni tipo di allenamento, essendo un workout sia di tonificazione che fortemente aerobico oltre che personalizzabile in base alle esigenze personali.
I benefici del Kettlebell sono numerosi: innanzitutto migliora sensibilmente la stabilità, la resistenza e la forza, senza però creare ipertrofia nei muscoli. Tutta la zona del core è potenziata e resa più vitale, in grado di sorreggere il corpo al meglio: è un ottimo modo per prevenire il mal di schiena.
Un altro aspetto che sottolineo spesso, specie per tutte le donne che vogliono rendere più tonico e forte il proprio fisico senza ipertrofizzare i muscoli, è che il Kettlebell è un lavoro a catena cinetica aperta. In questo tipo di lavoro gli arti superiori non sono vincolati ma liberi di muoversi nello spazio. Questo tipo di allenamento è molto efficace perchè determina un aumento della massa magra, che rende il corpo potente ma con un aspetto slanciato. Al tempo stesso però si tratta di un lavoro molto delicato che deve essere svolto con la massima attenzione e con un totale controllo del movimento.

Aldo: Qual è il tuo esercizio preferito con il Kettlebell?

Yulia: Non c'è una sequenza preferita perchè gli esercizi sono davvero tantissimi, e quello che mi piace del workout con il Kettlebell è proprio questo: non ci si annoia mai!
Ogni esercizio ha qualcosa da darmi, una peculiarità che lo rende affascinante; il Kettlebell permette tantissime variazioni e il bello è proprio combinarle negli esercizi in modo sempre nuovo e divertirsi a sperimentare.

Aldo: Vediamo tante persone che usano il Kettlebell in modo "istintivo" magari dopo aver guardato un "tutorial" su YouTube. Ti sembra un buon modo di approcciarsi a questo attrezzo?

Yulia: Nel Kettlebell, come in ogni altra disciplina in realtà, io sconsiglio sempre l'improvvisazione: il nostro corpo è un equilibrio complesso e l'autodidatta spesso non ha gli strumenti per calibrare i movimenti e farli correttamente. E poi, pensateci, se già non è semplice eseguire correttamente un esercizio a corpo libero, con l'aggiunta di un peso il rischio di fare un movimento sbagliato è davvero alto.

Aldo: Quindi cosa consigli a chi vuole provare ad usare un Kettlebell per allenarsi?

Yulia: In quanto grande amante dello sport capisco benissimo che scoprendo un nuovo attrezzo venga subito voglia di cimentarsi, toccare e sperimentare, ma è la stessa passione per lo sport che mi porta a dire che il modo migliore è sempre iniziare affidandosi a chi lo sa già fare: la curiosità e la motivazione sono spinte fortissime che vanno incanalate correttamente.
Perché lo sport porti beneficio, bisogna che sia di qualità: tecnica e consapevolezza sono alla base di ogni workout che porti benessere e soddisfazione, non mi stancherò mai di dirlo.
Un trainer adeguatamente formato ha tutta una serie di conoscenze tecniche che servono ad approcciarsi correttamente all'attrezzo, che poi concretamente significa trarne al massimo i benefici!
E poi, anche umanamente è piacevole essere seguiti e motivati da chi ama profondamente ciò che fa e ne conosce ogni aspetto; lo dico perchè sono a mia volta allieva in altre discipline e per me è fondamentale. E, parlando da trainer, siamo sempre lieti di condividere le nostre conoscenze.

Aldo: A Sport Town aiutiamo le persone a stare meglio attraverso il movimento e crediamo che l’attività motoria debba essere per tutti, indipendentemente dal proprio livello di forma e dalla propria età e quindi che debba essere adattabile e personalizzabile.
Il Kettlebell lo è?

Yulia: Certo, il bello del Kettlbell è il suo essere così adattabile e personalizzabile alla persona: possono usarlo davvero tutti! E per tutti intendo dall'atleta che sfrutta l'allenamento con il Kettlebell a scopo funzionale alla persona anziana o sedentaria che vuole semplicemente iniziare a stare meglio fisicamente.
Lascia che ti dica che il mio "cliente" più giovane è mia figlia di 10 anni, che si diverte un mondo ad allenarsi con me e ha già partecipato ad alcune gare, mentre il più anziano ha 83 anni; ovviamente svolgono esercizi molto diversi, cuciti sulla loro unicità fisica, ma entrambi sono felici e soddisfatti a fine allenamento.


Aldo: A Sport Town crediamo che l’attivitá motoria debba comprendere sia un allenamento di tonificazione che un impegno di tipo cardiovascolare. Il tuo allenamento, oltre all’attenzione al potenziamento, prevede anche un lavoro aerobico?

Yulia: Lo credo anch'io, un completamento cardio è necessario per svolgere al meglio ogni tipo di sport o disciplina. Spesso si allenano con molto impegno i muscoli "visibili", ma ci si dimentica che anche il cuore è un muscolo! Io personalmente abbino da sempre all'allenamento con il Kettlebell un lavoro aerobico di corsa e recentemente mi sto avvicinando all'indoor cycling.
Gli esercizi con il Kettlebell sono fortemente aerobici e dunque vanno a migliorare le funzioni dell'apparato cardiorespiratorio, si possono anche strutturare dei programmi incentrati più sull'aspetto cardiovascolare.

Aldo: A Sport Town crediamo che sia importante prestare attenzione anche al miglioramento della mobilità articolare e all’allungamento muscolare. Tu curi questo aspetto?

Yulia: Curo molto questo aspetto, sia perchè la mobilità articolare è la base di qualsiasi attività sportiva, sia perchè mi piace l'aspetto estetico di un muscolo allungato; lo trovo tonico e femminile al tempo stesso ed è il risultato che preferisco.
Come dicevo poco fa, l'allenamento con il Kettlebell lavora a catena cinetica aperta, questo significa che ogni movimento con la sfera porta il muscolo sì a rinforzarsi, ma sempre attraverso l'allungamento. In particolare, allenarsi con il Kettlebell porta straordinari benefici alla mobilità della colonna vertebrale, delle anche e delle spalle.
Un altro aspetto importante rigurada la consapevolezza del proprio corpo, che con questo tipo di esercizi aumenta sensibilmente: la percezione del proprio corpo, in movimento e non, è fondamentale per acquisire una buona mobilità articolare.

Aldo: Quindi ci sembra che tu condivida la filosofia di Sport Town sia nei tuoi allenamenti personali che nei workout che proponi alle persone che segui individualmente, è così?

Yulia: Certo, anch'io metto il benessere al primo posto e per farlo è importante che il workout sia studiato a partire dalla persona e non viceversa; ognuno ha il proprio stato fisico e le proprie caratteristiche individuali e queste vanno sempre rispettate, se no diventa un obbligo e non un piacere.
Non voglio che le persone si focalizzino su un solo aspetto perchè il benessere è sempre un equilibrio, quindi è importante allenarsi in modo completo ma ancor di più favorire il benessere mentale, quello che ti fa essere felice di uscire di casa per andare in palestra.

Aldo: Da qualche mese ti alleni e svolgi la tua attività professionale a Sport Town. Come sei entrata nella nostra squadra e cosa ti piace del nostro Club?

Yulia: Sono arrivata a Sport Town tramite altri Trainers del club che si trovano bene con voi, e questo mi ha spinto a entrare nella squadra.
Ciò che mi piace di Sport Town? Beh, innanzitutto è un ambiente curato, molto spazioso e luminoso: anche il luogo è importante quando ci sia allena. E poi devo dire che non ho mai visto una palestra tanto pulita, da non trovare un singolo capello in giro!
Quello che rende Sport Town una palestra unica sono sicuramente le persone che trovi all'interno, dai trainers a chi si allena; è davvero appagante lavorare in un ambiente così sereno e non competitivo. Vedo Sport Town come un “laboratorio del benessere” dove ognuno porta e condivide ciò che è e ciò che sa. Tutto questo si concretizza nella Sport Town Academy, centro di formazione permanente per i professionisti del settore.

Sport Town è una delle poche palestre a Torino dove vedo una clientela davvero variegata, e questo mi fa piacere perchè significa che anche chi si sente più lontano dal mondo della palestra – per come spesso lo si immagina – qui si sente a proprio agio.

Ah, dimenticavo, il parcheggio gratuito e garantito! Chiunque viva una vita frenetica mi capirà.

Ci vediamo a Sport Town!

Yulia e Aldo
Prenota
 una visita al Club

Contattaci